È festa! Suggestioni rosso e oro per un Natale profumatissimo

Dicembre sembra un mese avaro di colori: i cieli grigi, spesso velati da foschie fredde, le giornate sempre più brevi, la luce che ci sfugge tra le dita per far posto al buio.

Eppure il vero colore di questo mese è brioso e vivace. Quale colore più consono al clima gioioso che ci pervade durante le feste, infatti, se non l’esuberante, ardente, impetuoso rosso?

Rossa con inserti di pelliccia bianca è la giacca di Babbo Natale, rosse sono le bacche che decorano le ghirlande festose da appendere alla porta, rosso è il fuoco nel camino, rossa è la polpa succosa dei ribes che decorano i piatti del cenone natalizio.

E allora, perché non scegliere anche dei profumi in rosso (con un tocco d’oro!) per accompagnarti durante le feste? Possono essere per te, da indossare, ma anche da regalare!

Qualsiasi sia la tua scelta, eccoti la mia selezione di scoppiettanti profumi rossi! Buon divertimento! 😉

Lo smoking rosso di BDK

Rouge Smoking di BDK è una rutilante interpretazione profumata dell’omonimo abito da sera maschile, in versione infuocata.

Se indossato da un uomo, lo smoking è la quintessenza dell’eleganza; sulla donna, mentre ne segue le curve sinuose, è la celebrazione della sensualità.

Rouge Smoking ti porta l’atmosfera vivace di Pigalle, dove la chanteuse fasciata in un tuxedo rosso fuoco intrattiene gli spettatori che pendono dalle sue labbra, truccate con un rouge del colore delle ciliegie mature.

Ed è proprio la ciliegia la protagonista di questa magnifica creazione: le dà il suo magnifico colore, mentre ti avvolge in sentori solo apparentemente innocui, ma provvisti, in realtà, di una potente carica sensuale, come la voce appena roca dell’artista.

Una ciliegia dalla polpa morbida, ma anche baccelli cupi di vaniglia, legni chiari e stille d’ambra per suggellare in modo solenne tutta il potere seduttivo di una fragranza che si apre con le dolcezze del frutto maturo, appena punteggiate di pepe rosa, evolve sulle tonalità fiorite e poudré dell’eliotropio, per poi sussurrare ammiccante su muschi, fava tonka, note ambrate e legnose, diventando dolcemente ambigua con l’assoluta di vaniglia.

La passione secondo Diana Vreeland

“Meraviglioso, perfettamente meraviglioso!” esclama Mrs. Vreeland.

La immagino mentre, ad occhi chiusi, assorbe con tutti i sensi il profumo inebriante di un fiore che rosso non è, ma che ha amato alla follia, tanto da ispirare una fragranza della sua collezione.

Si tratta del gelsomino, fiore candido ma ingannevolmente virginale. Non si confaceva al carattere ferreo e audace di Diana Vreeland una fragranza al gelsomino come tante: si doveva dar fuoco a questi petali, lasciarli bruciare come in preda ad una passione ardente.
Da questa idea nasce Perfectly Marvelous, ardito jus custodito in un cilindro rosso come la passione, connubio tra il nivale gelsomino e il più focoso pimento.

Trattenuto quasi a stento nel flacone che più rosso non si può, sobbolle un jus che è erotismo allo stato puro, perfetta icona della figura femminile che ha bruciato di un amore folle, non per uno o più uomini, bensì per la sua professione di giornalista di moda e la sua posizione di direttore di Harper’s Bazaar prima e poi di Vogue America, la bibbia della moda d’elite.

Si infiammano assieme al gelsomino, trucioli di sandalo e infuocato pimento, in una composizione ardente, decisa e bruciante, come le passioni vissute da colei che ripeteva spesso: “Se non è passione, se non è ardente, se non è fuoco, non hai vissuto”.

Baccarat Rouge, l’immancabile

Lui.
Una gemma.
Un colore fiammante.
Lui, frutto del genio che lo ha creato e racchiuso nel cristallo più nobile.
Stiamo parlando di Baccarat Rouge 540, della Maison Francis Kurkdjian, la fragranza che splende della luce di una pietra preziosa, che si veste del colore simbolo della Maison Baccarat, rosso con bagliori dorati.

Gelsomini lattei cosparsi di fulvo zafferano, ambra grigia e legni importanti rendono Baccarat Rouge 540 un filtro magico potente, capace di avvincere in un abbraccio voluttuoso chiunque lo indossi.

Baccarat Rouge 540 di Maison Francis Kurkdjian si declina sia in eau de parfum che in extrait, per offrire una performance olfattiva che raggiunge una sensualità impareggiabile. Per chi vuole sentirla anche tra le pareti della propria casa, c’è anche la candela, intensamente profumata.


Il filo rosso di Soul Couture

Rosso è anche il filo di una delle splendide creazioni del giovane brand Soul Couture, Fil Rouge.

Soul Couture è una collezione che scandaglia gli stati d’animo, le sensazioni, i moti più intimi che fanno palpitare il nostro animo, tutti fili che compongono la trama unica e ineguagliabile dell’esperienza umana.

Fil Rouge è una fragranza creata dal Naso Michele Marin, una vera e propria esplosione di note ambrate, introdotte da un folle mandarino, in cui fanno capolino timidi echi di violetta.

Morbido e avvolgente come un tessuto finissimo di cashmere, Fil Rouge ci trascina privi di ogni volontà dentro un labirinto di passione, immersi in volute di tabacco biondo, fumi di benzoino e baccelli di vaniglia, appena incupiti da un oud che si esprime con gentilezza.

Nuit Rouge di Antonio Alessandria

Bagliori argentei di luna falciano una notte che ti incanta di stupore.

Brividi di freddo solcano la pelle lasciata scoperta dall’elegante abito di paillettes. Ma non è è solo il freddo a farti rabbrividire…

Un vulcano di sensualità spinge con tutte le sue forze per valicare il ciglio di una discrezione ormai ignorata.

La fragranza Nuit Rouge di Antonio Alessandria suggella la strana e arcana malia della notte con note impetuose come la lava che sgorga infuocata da un cratere, aprendosi tra note aspre di limone e pompelmo e aromatiche di bergamotto.

Il cuore si tinge di rosso con petali di geranio, insaporito dalla polvere dorata di zafferano e grani di pepe nero come la notte.

Il fondo si accende delle fiamme lignee del legno di cedro, avvolto in drappi di cuoio affumicato dai sacri grani dell’incenso e dagli effluvi profani del patchouli. Vaniglia e fava tonka ingentiliscono le note di fondo di una composizione di classe, che distilla passione in ogni goccia.

Aube Rubis: un’alba color rubino

Assieme al rosso, il Natale si llumina di bagliori dorati. E allora, che oro sia!

Atelier des Ors, il brand che ha fatto dell’oro puro la sua cifra, ha creato una collezione scintillante: in ogni flacone, il jus si illumina dei bagliori di scaglie d’oro 24k che si muovono assieme a lui, sulla pelle e dentro la radiante bottiglia, per depositarsi sul fondo in una danza lenta e aggraziata.

Aube Rubis, l’alba color rubino di Atelier des Ors, è perfatta per questa nostra selezione di profumi natalizi.

L’alba del nuovo giorno rosseggia infuocata, celebrando la rinascita eterna, il miracolo della luce che si fa largo tra le ombre notturne, con una sinfonia di violetta e iris, punteggiati di accenti asprigni regalati da ribes nero e pompelmo.

Aube Rubis brucia di passione antica, vibra sulla pelle come un colpo di maglio sul metallo che si piega, arde come il cielo palpitante con toni decisi di vetiver e patchouli, sfumando sul nitore di una giornata smagliante con la dolcezza golosa della pralina.

Le feste stanno arrivando! Se vuoi accoglierle con jus rossi e dorati, non hai che da scegliere! 😉

Buon Natale profumato!
Mariella

Credits: foto in apertura di Peter Fazekas

Lascia un commento