LA PARFUMERIE MODERNE

La storia de La Parfumerie Moderne nasce con un ragazzino che, un giorno, si intrufola casualmente in una suite di un albergo, in cui trova un flacone di profumo senza etichetta, dimenticato dal precedente ospite della camera.  Incuriosito, lo annusa innamorandosi all’istante del profumo e dei suoi segreti: La Parfumerie Moderne nasce per riappropriarsene. Quel ragazzino era Philippe Neirinck, il fondatore della Maison. Con profumi ispirati al ricordo, al passato, al mistero del tempo e della memoria. Il logo di La Parfumerie Moderne, non a caso, prende spunto dalle etichette sui bagagli affisse dal concièrge dei palazzi e hotel degli inizi del XX secolo, etichette il cui design è il risultato del lavoro di artisti come Mario Borgoni, Filippo Romoli, Arnold Brugger.