DIES AURORAE

È nel cuore, tuttavia, ricolmo di miele ambrato e di sentori grassi di cera d’api, che Dies Aurorae di Antonio Alessandria spicca il volo tra evanescenti sfilacci di incensi preziosi.La parabola odorosa di Dies Aurorae si conclude sulle note decise dei legni di cedro e sandal, che di soffermano a dialogare con la morbidezza della vaniglia.I cristalli di Fava Tonka accordano all’insieme una sfumatura cipriata,mentre inesorabilmente la fragranza viene racchiusa nelle superbe spire del patchouli.

148,00198,00

Svuota